Max Factor: padre dei Truccatori

“Non nasci glamour, il glamour si crea” 

Nell’età dell’oro di Hollywood, quando si parlava di make-up c’era solo un nome sulla bocca delle star del grande schermo: quel nome era Max Factor.

Noto per aver creato il look delle più famose icone dell’epoca, come Ava Gardner, Jean Harlow e Marlene Dietrich.

Anche se era convinto che il glamour dovesse essere alla portata di tutte le donne.

Max Factor, pseudonimo di Maximilian Factorowitz, truccatore e imprenditore polacco-statunitense, nel 1908 insieme alla sua famiglia si trasferì a Los Angeles, dove il rapporto con il cinema e la televisione fu sempre strettissimo, quasi simbiotico.
Con la scoperta di nuove tecnologie e le conseguenti esigenze, ricercava e produceva la risoluzione corrispondente nel make-up.

L’avvento della televisione commerciale in America avvenne dagli anni 30 e già da allora Max Factor si scontrò con un make-up che, dava buonissimi risultati nella vita reale, ma donava un aspetto terribile nella ripresa televisiva.La tonalità rossa, che compone la pelle, non veniva adeguatamente registrata e lo spettro dei colori caldi veniva registrato con tonalità grigie piatte ed innaturali. Così trovò un compromesso sostituendo il colore verde al rosso, suo complementare, per creare forti contrasti che dessero espressione e movimento ai volti in bianco e nero.

Quindi utilizzava il verde per le ombre, le rughe, occhi e sopracciglia; il rosso per ammorbidire le ombre e le macchie.

Il Cerone Flessibile

Quando Max Factor vide per la prima volta un film, definì terrificante l’uso eccessivo di trucco che
trasformava in maschera il viso degli attori. Da ciò nacque un’idea innovativa: creare il primo
make-up per il cinema, il cerone Flessibile, che permetteva agli attori di apparire al meglio in modo naturale.

Grazie alla sua esperienza si accorse che il cerone utilizzato in teatro, anche se applicato in uno
strato sottile, non era facile da lavare, e sullo schermo creava un effetto davvero pessimo.

Nel tentativo di sviluppare prodotti in grado di adattarsi al meglio alle crescenti esigenze del film-making, iniziò a sperimentare nuovi composti.
Le immagini erano in movimento e serviva qualcosa in grado di coprire il viso mantenendo una durata
impeccabile, evitando le crepe che spesso comparivano qualche ora dopo l’applicazione.

La Rivoluzione del Makeup

Max Factor mise gli strumenti trasformativi dell’arte del make-up nelle mani delle donne
qualunque, per affermare ogni giorno il proprio stile personale.

•1916 – vende per la prima volta al di fuori del settore ombretti e matite per le sopracciglia.

•1920 – inventa il termine makeup” e porta tra la gente comune il Society Makeup, donando alle
donne la possibilità di emulare il look delle loro star preferite.

Pertanto fece in modo di diffondere la sua filosofia basata sul fatto che un cosmetico dev’essere di alta qualità ma anche reperibile da tutte le donne ad un costo non eccessivo. Motivo per cui ancora al giorno d’oggi i cosmetici Max Factor conservano le loro caratteristiche altamente qualitative ma dai costi contenuti.

•1928 – crea il lucido per labbra, in seguito gloss, per donare lucentezza e glamour alle labbra delle
attrici sullo schermo cinematografico.

•1935 – inventa il Beauty Calibrator: ‘calibratore della bellezza’, un dispositivo progettato per aiutare ad identificare le aree del viso di una persona che hanno bisogno di ridurne o migliorarne l’aspetto con il trucco.

•1935 – sviluppa il Makeup Pan-Cake per soddisfare le particolari esigenze cinematografiche di
makeup correttivo, in grado di far ottenere un incarnato naturale. Decise, così, di metterlo in commercio e divenne precursore del fondotinta moderno.

Il Successore

Nel 1938, all’età di 66 anni, Max Factor muore, ma suo figlio decise di portare avanti il suo nome e
ancora oggi, ne condivide il talento di makeup artist, talentuoso e creativo.
A Max Factor Jr. dobbiamo attribuire le invenzioni del:

  • primo rossetto a lunga tenuta: Tru Color,
  • primo correttore ad essere messo in commercio: The Erace,
  • e del primo mascara con applicatore.

0 272 Visualizzazioni

Lascia un commento